Notizie Italia

Meteo: fino a mercoledì breve tregua. Giovedì torna il maltempo: ecco dove

Sia martedì che mercoledì l'Italia sarà interessata da poche e deboli piogge mentre da giovedì si profila un peggioramento del tempo più marcato

Il contesto meteo di martedì e mercoledì vede una fase più variabile sull’Italia con poche piogge, non particolarmente significative, più che altro al Nord-Est e sui settori occidentali del Paese innescati dalla perturbazione numero 8. Questo passaggio perturbato sarà inoltre caratterizzato da correnti occidentali molto intense. La giornata di mercoledì sarà più o meno simile.

Giovedì invece andremo incontro a un peggioramento del tempo decisamente più marcato con il ritorno del maltempo specialmente su parte del Nord Italia e sul settore tirrenico della penisola. Il clima rimarrà relativamente fresco al Centro-Nord e in Sardegna mentre all’estremo Sud si avvertirà ancora un po’ di caldo.

Le previsioni meteo per le prossime ore

Ampie schiarite sul Nordovest e in Emilia Romagna; sulle regioni nordorientali nuvolosità variabile accompagnata da brevi rovesci isolati su Friuli e Venezie. Giornata caratterizzata da una nuvolosità variabile anche sul resto del Paese, con brevi piogge isolate maggiormente probabili nel sudovest della Sardegna, nel settore appenninico, sul basso Lazio, in Campania e sul lato tirrenico della Calabria.

Temperature complessivamente nella norma con rialzi sul medio Adriatico, al Sud e in Sicilia.
Venti da moderati a forti di Maestrale in Sardegna, da ovest sul basso mar Ligure e sul Tirreno centro settentrionale; moderati occidentali in Sicilia e sulle regioni peninsulari; per lo più deboli in valle padana; rinforzi a carattere di Foehn nelle valli del Nordovest.
Mari: poco mosso sotto costa l’Adriatico; mosso o molto mosso lo Ionio ed il canale di Sicilia; molto mossi o agitati i mari di ponente.

Controlla qui le previsioni nel dettaglio per il tuo comune

Le previsioni meteo per domani, mercoledì 28 settembre

Nuvolosità irregolare e variabile con parziali schiarite che saranno più ampie e frequenti sulla pianura piemontese, lungo il medio e basso Adriatico, nel settore ionico e nel sud della Sicilia. Al mattino qualche locale precipitazione sulle Alpi nord-occidentali di confine, nel nordovest della Sardegna e sulla Calabria tirrenica; fenomeni sporadici su alta Toscana, zone interne del basso Lazio e della Campania. Nel pomeriggio tendenza ai primi rovesci nell’ovest della Sardegna, qualche pioggia in più su alta Toscana, basso Lazio e Campania, tendenza alle prime piogge anche sull’alto Adriatico. In serata aumenta l’instabilità con rischio di locali rovesci o temporali su ovest Sardegna, alta Toscana, Lazio centro-meridionale, Campania e Venezie.

Temperature minime in lieve calo quasi ovunque; massime senza grandi variazioni: valori per lo più tra 19 e 23 gradi al Centro-Nord, con punte intorno ai 25 gradi tra Abruzzo e Molise; al Sud e Isole valori in generale tra 23 e 26 gradi, con punte leggermente superiori sui versanti ionici di Calabria e Sicilia.
Venti generalmente deboli in Adriatico e al Nord; da moderati a tesi occidentali nel resto d’Italia, fino a forti di Libeccio sul settore meridionale del Mar Ligure.
Mari: per lo più poco mosso sotto costa il Mar Adriatico; mosso lo Ionio, molto mossi tutti i mari di ponente, fino ad agitati il Mar ligure e il Mare di Corsica.

Le previsioni per giovedì 29 settembre

Lungo le coste del medio e basso Adriatico e nei settori ionici tempo ancora abbastanza soleggiato. Nel resto del Paese la nuvolosità andrà aumentando sin dalle prime ore della giornata, intercalata ancora da qualche schiarita. Precipitazioni inizialmente più probabili all’estremo Nordest, sulle regioni tirreniche fino alla Calabria nord-occidentale, nell’ovest della Sardegna e sulla Liguria orientale. Possibili rovesci o temporali sulla Venezia Giulia e nel settore tirrenico. Tra il pomeriggio e la sera i fenomeni si estendono a quasi tutto il Nord e alla Sardegna, intensificandosi sul lato tirrenico. Possibili rovesci o temporali localmente anche forti.

Temperature minime per lo più in rialzo; massime stazionarie o in lieve flessione al Nord e sul medio alto Tirreno, in aumento nel resto del Paese. Sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e sulle Isole si potranno superare i 25 gradi.
Venti di Libeccio su tutti i mari e sulle regioni centro-meridionali, fino a localmente forte nel Golfo Ligure e lungo la dorsale settentrionale.
Mari: mossi i bacini di ponente, il settore orientale del mare Adriatico e lo Ionio al largo; fino a molto mossi il mar Ligure, il Mare di Sardegna e il Tirreno sud-occidentale. Poco mossi i restanti settori.

Le notizie di IconaClima:

Due cicloni intensi: l’uragano Ian minaccia Cuba e la Florida, il tifone Noru il Vietnam

Micro zone umide e meno cemento contro la siccità: la proposta Nature England

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie