ClimaTerritorio

I monsoni che stanno colpendo l’Asia sono più intensi del normale

Piogge devastanti su Cina, Giappone e Asia meridionale: il rischio di eventi estremi sta aumentando a causa dei cambiamenti climatici

Molte zone dell’Asia sono state bersagliate negli ultimi giorni da monsoni insolitamente intensi, che hanno provocato danni enormi e, purtroppo, anche la perdita di vite umane. Piogge estremamente abbondanti stanno colpendo l’India e i Paesi limitrofi nel sud dell’Asia, ma anche la Cina e il Giappone. Il segretario generale dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale, Petteri Talaas, ha detto che le criticità legate ai monsoni sono rese ancora più gravi, quest’anno, dal Coronavirus e ha sottolineato che anche in questa situazione di crisi è importante far fronte alle altre emergenze. «Anche se l’attenzione globale è comprensibilmente focalizzata sulla pandemia – ha detto -, questo non dovrebbe distrarci dal continuo bisogno di investimenti in sistemi di allerta precoce per potenziare la resilienza».

Talaas ha poi ricordato che dietro l’intensificazione di questi fenomeni c’è la crisi climatica: «i cambiamenti climatici stanno aumentando il rischio di eventi estremi legati a pioggia, alluvioni e inondazioni», ha affermato, assicurando che «l’Organizzazione Meteorologica Mondiale e i servizi meteorologici e idrologici nazionali continueranno a lavorare per proteggere vite e mezzi di sussistenza».

Asia meridionale bersaglio dei monsoni: è massima allerta in India e nei paesi limitrofi

Il dipartimento meteorologico indiano ha diramato l’allerta rossa per le forti piogge che si stanno accanendo su diversi settori del Paese, colpendo in particolare le regioni settentrionali e nord-orientali. Sarà massima allerta fino a domenica. In allerta per il rischio di alluvioni e frane anche diverse zone del Bangladesh, del Bhutan e del Nepal.

L’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha ricordato che i monsoni hanno un ruolo importante per l’economia dell’Asia meridionale, ma che ogni anno provocano danni e vittime. Quest’anno, poi, la situazione risulta particolarmente critica a causa dell’insolita intensità delle piogge monsoniche. Finora, molte aree nell’India centrale, settentrionale e nord-orientale «hanno visto oltre 150mm di pioggia oltre la media delle piogge monsoniche – fa sapere l’OMM -. Decine di migliaia di persone sono state costrette a lasciare le loro case nella regione di Assam e ci sono state inondazioni nello stato del Gujarat».

Anche la Cina non trova tregua

Da giugno le regioni meridionali del Paese sono continuamente sferzate da violenti acquazzoni, e in molte zone i fiumi hanno superato i livelli di allarme. Finora le piogge estreme generate dai monsoni hanno già colpito milioni di persone e provocato decine di morti. Secondo l’amministrazione meteorologica cinese nella giornata di domenica dovrebbe spostarsi verso nord-est.

Leggi anche:

Crisi climatica: il superamento della soglia di 1,5°C è sempre più probabile

Riscaldamento globale, gli ecosistemi produrranno più metano del previsto

Giugno insolitamente piovoso per l’Italia, ma non è bastato a mettere fine alla siccità

Gli ultimi aggiornamenti da IconaMeteo:

Le previsioni del tempo

New York è stata colpita da un’intensa tempesta tropicale: le immagini

Caldo estremo negli Emirati: superati i 50 gradi

Tags

Valeria Capettini

Sono nata a Milano nel 1991 e sono da sempre appassionata di giornalismo e scrittura. Dal 2016 lavoro con Meteo Expert, un’esperienza che mi ha insegnato tanto e che mi ha permesso di avvicinarmi all’affascinante mondo della meteorologia e della climatologia, offrendomi l’eccezionale opportunità di lavorare fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore. Dopo essermi diplomata al liceo classico, nel 2014 mi sono laureata in Lettere moderne con una tesi sul Giornalismo e sul ruolo dei social media in questo mondo. Nel 2017 mi sono laureata in Comunicazione per l’impresa, i media e le organizzazioni complesse con una tesi sulla brand personality.

Articoli correlati