EsteroMeteo

Spagna, il mare in tempesta si è “mangiato” la costa

Allagate zone fino a 3 chilometri di distanza dalla linea costiera della foce del fiume Ebro

Le immagini satellitari hanno osservato allagamenti diffusi delle zone costiere della Spagna orientale dopo il passaggio della violenta tempesta Gloria. L’onda di tempesta (anche detta storm surge), insieme al vento e alle mareggiate, hanno allagato alcune zone costiere nel sud della Terragona, in Catalogna.

Leggi anche: Onda record in Spagna, alta come un palazzo di 5 piani

La foce del fiume Ebro, a circa 130 chilometri a sud di Barcellona, è stata quasi completamente finita sott’acqua. Il livello del mare, sollevato dalla bassa pressione della tempesta e spinto dai venti verso la costa, ha raggiunto zone distanti 3 chilometri dalla linea costiera.

La zona è una riserva naturale che viene utilizzata per coltivare il riso. Il confronto tra le immagini satellitari scattate prima del passaggio di Gloria e dopo sono impressionanti. Potrebbero essere alti i danni per le risaie e per l’ecosistema. Lluís Soler, sindaco della regione del delta dell’Ebro, ha detto di non aver mai visto una cosa simile prima d’ora. L’acqua del mare ha allagato circa 30 chilometri quadrati di risaie.

 

 

Tags

Silvia Turci

Ho conseguito una laurea specialistica in Comunicazione per l’Impresa, i media e le organizzazioni complesse all’Università Cattolica di Milano. Il mio percorso accademico si basa però sullo studio approfondito delle lingue straniere, nello specifico del francese, inglese e russo, culminato con una laurea triennale in Esperto linguistico d’Impresa. Sono arrivata a Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995) nel 2014 e da allora sono entrata in contatto con la meteorologia e le scienze del clima: una continua scoperta che mi ha fatto appassionare ogni giorno di più al mio lavoro.

Articoli correlati