IniziativeIniziative

Il tema della sostenibilità ti aspetta a teatro. A Milano dal 29 novembre con lo spettacolo “Il Grande Giorno”

Il Grande Giorno, in scena al Teatro dei Filodrammatici di Milano dal 29 novembre al 4 dicembre

La forza dell’arte e della cultura è anche quella di porci davanti alle grandi sfide del nostro (e di altri) tempi o di portarci in mondi diversi dai quali poter scoprire qualcosa in più su noi stessi e sulla vita, quale opportunità può nascere dall’idea di un teatro portavoce del valore della sostenibilità? 

Lo avevamo chiesto a Daniele Ronco, Direttore di Mulino ad Arte, compagnia teatrale torinese che opera sul territorio nazionale dal 2009. Daniele ci aveva raccontato di quella che definisce come la sua produzione green“, iniziata nel 2015 con lo spettacolo “MI abbatto e sono felice” , un monologo che porta lo spettatore a riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi ha nei confronti del Pianeta. Ronco con la sua compagnia Mulino ad Arte ha sempre sperimentato nuove forme per sensibilizzare il pubblico sulla tematica della sostenibilità ad esempio ideando il format Teatro a Pedali, che dimostra come sia possibile realizzare uno spettacolo dal vivo ad impatto zero. Si tratta di un format teatrale che permette di alimentare la scena grazie alla pedalata del pubblico e rende così lo spettatore un elemento fondamentale, perché senza di lui il palcoscenico sarebbe al buio. La scena viene alimentata con un sistema di co-generazione elettrica azionato da una serie di biciclette collegate a un impianto di accumulo.  In tempi in cui l’energia è uno dei temi caldi dell’attualità, una grande metafora di uno sforzo ragionato e collettivo verso nuovi modi di vivere e produrre.

Leggi anche: Un teatro portavoce del valore della sostenibilità. L’idea di “teatro green” di Mulino ad Arte – Intervista a Daniele Ronco 

Ora il tema della sostenibilità arriva anche a Milano, senza biciclette ma con una domanda fondamentale: che cosa accadrebbe se improvvisamente fossimo costretti a rallentare?

Lo spettacolo si intitola Il Grande Giorno e si terrà al Teatro dei Filodrammatici dal 29 novembre al 4 dicembre.

Ettore Stein vive in un appartamento “design” che ricorda un acquario, con la moglie Elisabetta e Arturo, un pesce pagliaccio rinchiuso in un piccolo acquario. Ettore è candidato a diventare il nuovo capo del governo. È alla soglia della consacrazione come il più giovane premier mai stato in carica in Italia. Si è appena chiusa la campagna elettorale e ad Ettore non resta che attendere il responso delle elezioni, certo di uscirne vincitore indiscusso. Proprio quando sembra che tutto stia andando per il meglio, Ettore viene lasciato da Elisabetta, esasperata dal non riconoscere più il ragazzo premuroso e amorevole conosciuto all’università. Rimasto solo con Arturo, Ettore riceve una visita inaspettata che lo proietta in un viaggio surreale e onirico, con una sorprendente evoluzione che lo porterà a riconnettersi con il proprio vero sé.

Il Grande Giorno è uno spettacolo scritto da Daniele Ronco con la regia di Raffaele Latagliata. Interpretato da Daniele Ronco, Elena Aimone e con la partecipazione straordinaria di Tullio Solenghi come voce narrante.

Per prenotare un posto in sala Clicca qui

Leggi anche: 

“Teatro a Pedali”: l’energia creativa a favore della produzione green. Arte e tutela dell’ambiente fuse insieme

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie