Inquinamento

Aria più limpida, l’inquinamento in Italia è migliorato: lo studio

Lo rivela uno studio dell'Università degli Studi di Milano e del Cnr

In Italia l’aria è più limpida rispetto a 40 anni fa. Lo rivela uno studio dell’Università degli Studi di Milano e del Cnr pubblicato su Atmospheric Environment. La visibilità orizzontale dell’atmosfera nelle zone più inquinate del Paese è migliorata: la frequenza dei giorni con visibilità sopra i 10 o i 20 km, infatti, è più che raddoppiata.

La visibilità orizzontale è una variabile che risente dell’inquinamento atmosferico. Considerando i dati rilevati tra il 1951 e il 2017, la frequenza di giornate con buona visibilità è raddoppiata negli ultimi 40 anni specie nelle zone notoriamente più inquinate come, ad esempio, il bacino padano.

«Le analisi effettuate hanno quindi messo in evidenza in modo molto efficace il grande successo che si è avuto in Italia sul fronte della lotta all’inquinamento atmosferico -, commenta Maurizio Maugeri, docente di Fisica dell’atmosfera all’Università di Milano – Tuttavia, non dobbiamo scordare che si può e si deve fare ancora di più per completare il percorso di risanamento che i dati di visibilità in atmosfera documentano in modo così efficace».

 

Tags

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati