ClimaIniziativeIniziativePrevenzione

Emergenza climatica: Milano guarda al futuro e approva la mozione

Approvata ieri sera la mozione sull'emergenza climatica e ambientale

Il consiglio comunale di Milano ha approvato la mozione sull’emergenza climatica ed ambientale presentata il 16 Maggio 2019 dal movimento Fridays For Future. Milano è così la prima grande città a farsi carico di questo impegno verso i cittadini e verso il Pianeta. La città di Milano, tramite i suoi rappresentanti, si impegna “a dichiarare lo stato di emergenza climatica e ambientale, a predisporre entro sei mesi iniziative per la riduzione delle emissioni e per l’introduzione di energie rinnovabili, per incentivare il risparmio energetico nei settori della pianificazione urbana, nella mobilità, negli edifici, nel riscaldamento e raffreddamento, sviluppando ulteriormente il progetto di riforestazione urbana già in atto”.

E’ previsto anche l’impegno a promuovere un maggior coinvolgimento attivo di cittadini e associazioni nel processo di individuazione delle criticità ambientali e nella loro soluzione e farsi parte attiva presso il governo e la Regione perché prendano provvedimenti analoghi.

La mozione per la “dichiarazione di emergenza climatica e ambientale” in città, è un documento presentato dal consigliere del Pd Carlo Monguzzi, è stato approvato con 30 voti a favore e 6 contrari.

Tags

Anna Maria Girelli Consolaro

Giornalista e conduttrice televisiva, Anna Maria dal febbraio 2010 lavora per Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995). Sin dall’infanzia è profondamente interessata e attratta da tutto quel che riguarda la natura e l’ambiente. Per questo, tra le sue grandi passioni, ci sono gli sport all’aria aperta e i viaggi. La sua attività giornalistica è sempre stata dedicata al settore delle eccellenze italiane e, su questo tema, ha condotto oltre 20 trasmissioni televisive, di cui è stata anche autrice. Moderatrice di convegni e conduttrice di eventi, per circa dieci anni Anna Maria ha scritto sulle pagine venete del Corriere della Sera.

Articoli correlati