Primo Piano Meteo

Affondo artico su mezza Europa: neve a quote basse e gelate tardive

Dai record di caldo ai record di freddo nel giro di una settimana. Il cambio di scenario meteo vissuto in pochi giorni sull’Europa impressiona per la sua portata. Solo la scorsa settimana si toccavano temperature estremamente elevate con caldo anomalo su buona parte del Continente e in particolare tra Spagna, Francia, Germania. Ora un’irruzione di aria artica sta determinando proprio in queste ore temperature sottozero e nevicate fino in pianura. In Francia sono stati battuti record per ciò che riguarda le temperature minime. A Beauvais, nel nord del Paese, si è passati da un record all’altro in meno di una settimana: solo il 31 marzo scorso si toccavano 25°C (record di temperature massima per il mese di marzo) e oggi si infrange un nuovo record con -7°C registrati all’alba (record di temperature minime per il mese di aprile).

Gelo in Europa: colture a rischio

Queste gelate stanno creando seri problemi alle colture e alla vegetazione dopo le fioriture dei giorni scorsi che in media erano in anticipo di circa due settimane dopo il caldo fuori stagione: in Francia i viticoltori sono corsi ai ripari con l’accensione di fuochi controllati intorno ai filari delle vigne per scongiurare i danni del gelo.

Nelle ultime ore nevicate a quote basse hanno interessato Belgio, Francia e Germania, Danimarca ma anche Croazia e Repubblica Ceca. Rovesci di neve hanno colpito Bruxelles, neve anche a Monaco di Baviera, Bonn, Stoccarda, Copenhagen, Praga e Zagaria.

Redazione

Redazione giornalistica composta da esperti di clima e ambiente con competenze sviluppate negli anni, lavorando a stretto contatto con i meteorologi e i fisici in Meteo Expert (già conosciuto come Centro Epson Meteo dal 1995).

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie