Iniziative

Quest’anno il “Libro per l’Ambiente” porta le firme di Telmo Pievani e Andrea Vico

"Piante in viaggio" ha vinto il premio nazionale come migliore testo di divulgazione scientifica nella versione cartacea

Il Premio Nazionale “Un Libro per l’Ambiente” è un progetto portato avanti da Legambiente e da La Nuova Ecologia, al quale annualmente aderiscono Enti Locali, Istituzioni, Enti Parco, Enti di Ricerca, Biblioteche, Istituzioni scolastiche e formative. Istituito nel 1998, si propone di promuovere una relazione rivoluzionaria tra i libri e i giovani lettori, attraverso un concorso per l’editoria di qualità a carattere ambientale rivolto ai ragazzi, il cui esito è determinato dalla partecipazione effettiva di più di 2000 piccoli lettori che ne costituiscono la Giuria. Ragazzi e ragazze di età compresa tra 8 e 14 anni dopo aver letto i volumi selezionati, decidono con il loro voto i vincitori di ogni edizione; si tratta di un’iniziativa culturale apprezzata dagli addetti ai lavori e non solo, sia per i temi trattati che per il protagonismo che i ragazzi esprimono nel stabilirne gli esiti. Il Premio Nazionale continua a crescere, innovarsi e per stare al passo con i tempi, con le nuove tecnologie, alla storica versione, basata sulla lettura di libri cartacei, si è affiancata una versione digitale; nell’anno della pandemia, questa versione è stata fondamentale con i ragazzi che hanno letto e votato tramite dispositivi elettronici.

Un Libro per l’Ambiente

Il Premio è articolato in una sezione Narrativa e in una sezione Divulgazione Scientifica.
Una giuria nazionale di esperti seleziona i 3 volumi finalisti per le 2 sezioni che vengono proposti alla lettura libera dei gruppi di bambini e ragazzi all’interno delle scuole, nelle biblioteche, nelle associazioni, delle comunità che istituzionalmente aderiscono al Premio.

I finalisti selezionati per la divulgazione scientifica sono stati: “Piante in viaggio” di Telmo Pievani e Andrea Vico ed. Editoriale Scienza; “Che cos’è un fiume” di M. Vaicenaviciené ed. Topipittori; “Parola di astronauta” di E. Perozzi, S. Di Pippo ed. Lapis.

Come migliore testo di divulgazione scientifica nella versione cartacea pole position per “Piante in viaggio” e per il digitale, invece, ha vinto il testo sulla vita e la storia dell’esplorazione dello spazio, “Parola di astronauta”.

Telmo Pievani e Andrea Vico inPiante in viaggio” raccontano un percorso di scoperta delle piante che usiamo in tavola tutti i giorni: un giro al mercato, per la protagonista Giulia e il nonno Bruno, si trasforma in un coloratissimo viaggio che porta alla rivelazione delle mille piante che l’uomo ha addomesticato e che hanno addomesticato noi. Gli autori si riferiscono alla straordinaria storia dell’agricoltura che ha cambiato per sempre la vita di noi esseri umani, il paesaggio che ci circonda e le piante stesse. Si tratta di un tema originale e ricco di spunti attuali: le piante, infatti, non ci donano solo cibo, spezie, medicine e materie prime, possono anche darci le idee giuste per capire il presente e affrontare il futuro.

Telmo Pievani

Telmo Pievani, è un filosofo, accademico ed evoluzionista italiano, professore di Filosofia delle scienze biologiche presso l’Università degli studi di Padova. Collabora con Il Corriere della Sera, Le Scienze e Micromega. Andrea Vico, è giornalista dal 1988 e da quasi 25 anni si dedica esclusivamente alla scienza; scrive di ambiente, energia, frontiere della ricerca, nuove tecnologie su TuttoScienze-La Stampa, Il Sole 24 Ore e Le Scienze.

Il concorso di editoria ambientale è realizzato grazie alla partecipazione del progetto “R.i.e.s.co. Marche–Reti inclusive e solidali per la comunità” costituito da 14 associazioni che si battono per contrastare gli effetti di esclusione sociale, precarizzazione e marginalizzazione, acuiti dall’emergenza Covid-19 ed è finanziato dalla Regione Marche, tramite risorse statali del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con il contributo della Consulta Fondazioni Casse di Risparmio marchigiane e con il patrocinio dell’Anci Marche. Alla premiazione digitale hanno partecipato i giovani giurati delle classi quarta A, quarta C e quinta B della scuola primaria Giuseppe Mazzoni dell’Istituto Scolastico Comprensivo Sant’Elpidio a Mare.

Foto di Bianca Mentil da Pixabay

Stefania Andriola

Lavoro in redazione da febbraio 2010. Mi piace definirmi “giornalista, scrittrice e viaggiatrice”. Adoro viaggiare, conoscere culture diverse; amo correre, andare in bicicletta, fare lunghe passeggiate ma anche leggere un buon libro. Al mattino mi sveglio sempre con un’idea: cercare di aggiungere ogni giorno un paragrafo nuovo e interessante al libro della mia vita e i viaggi riempiono le pagine che maggiormente amo. La meteorologia per me non è solo una scienza ma è una passione e un modo per ricordarmi quanto siamo impotenti di fronte alle forze della natura. Non possiamo chiudere gli occhi e dobbiamo pensare a dare il nostro contributo per salvaguardare il Pianeta. Bastano piccoli gesti.

Articoli correlati

Back to top button
Abilita notifiche OK No grazie