Inquinamento

Inquinamento, PM10 a livelli preoccupanti non solo al Nord: tutti i dati

Nonostante un calo dovuto alla tregua domenicale del traffico, l'inquinamento è rimasto elevato in molte zone

Continuando a proteggere l’Italia da nuove piogge, l’alta pressione sta determinando le condizioni perfette per un preoccupante aumento dell’inquinamento. La concentrazione delle polveri sottili nell’aria sta superando il livello limite in buona parte delle pianura padana, ma non solo.

Le previsioni meteo nei dettagli

Nella giornata di ieri, 1 novembre, l’inquinamento ha infatti superato la soglia dei 50 microgrammi al metro cubo anche in numerose zone della Campania. L’Arpa regionale ha registrato concentrazioni di PM10 oltre il limite nel Napoletano, con ben 67 µg/m³ a San Vitaliano, 55 ad Acerra e 52 a Casoria; sfiorati i 70 µg/m³ ad Avellino, dove ieri si sono registrati 69 µg/m³ di PM10, e superata la soglia anche ad Aversa, in provincia di Caserta, con 64 µg/m³.

Anche se in molti casi i valori sono diminuiti leggermente grazie alla tregua domenicale del traffico, l’inquinamento è ancora elevato in buona parte della Pianura padana. In Lombardia registrata una concentrazione media di PM10 pari a 58 µg/m³ a Monza, nella zona del parco; in Veneto smog ben oltre i limiti a Padova (71 µg/m³), Venezia (70 µg/m³) e Treviso (65 µg/m³).

Leggi anche:

Foca monaca a Lampedusa: il VIDEO dell’avvistamento

Coronavirus: le mascherine impiegano fino a 450 anni per decomporsi nell’ambiente

Trump non dà tregua all’ambiente neanche a pochi giorni dalle elezioni: eliminate le tutele per “il polmone del Nord America”

Valeria Capettini

Nata a Milano nel 1991, mi sono laureata in Lettere moderne per poi conseguire una laurea magistrale in Comunicazione. Sono iscritta all'Albo dei Giornalisti della Lombardia. Nel 2016 sono entrata a far parte della squadra di Meteo Expert, allora conosciuto come Centro Epson Meteo: un'esperienza che mi ha insegnato tanto e mi ha permesso di avvicinarmi al mondo della climatologia lavorando fianco a fianco con alcuni dei maggiori esperti italiani in questo settore.

Articoli correlati

Back to top button